Storie vere di veri viaggi

La Grecia, alla ricerca delle nostre origini

 

Come si è soliti dire la Grecia è la culla della civiltà occidentale. Non per nulla, in questo affascinante ed incredibile paese sono nati la democrazia, il teatro e la filosofia. Ma oltre a ciò, una dinamica vita notturna, delle spiagge bellissime e un mare cristallino, rendono per me e non solo la Grecia una meta turistica completa e avvincente. Di fatto, la Grecia ha davvero una infinità di cose da raccontare a tutti i viaggiatori.

L’idea originale era quella di fare un viaggio per scoprire la ricchezza del paese, ammirare le sue antiche bellezze e godere dei piaceri del suo mare. Devo dire che sono riuscito a compiere la missione e che mai nessun paese mi ha lasciato un così vivido e piacevole ricordo.

Se Atene, la sua capitale, è un ribollire di novità e di un glorioso passato e che l’Acropoli è il suo sito simbolo emblematico, il resto del paese e le sue infinite isole non son di certo di minor interesse. Siti storici e magnificenze naturali, infatti, sono ammirabili in un continuo e costante progredire.

Nel visitarla in compagnia di mia moglie e dei due nostri figli, devo ammetterlo, ho compreso il senso reale dell’espressione la Grecia la culla della civiltà occidentale.

Il nostro arrivo all’aeroporto di Atene

Il moderno aeroporto si trova a circa una quarantina di chilometri dalla capitale greca. Per arrivare al centro di Atene, abbiamo optato per utilizzare il servizio di metropolitana che è stato veloce e comodo. Ad Atene siamo stati per sette giorni avendo, per ciò, tutto il tempo necessario per ammirare le sue infinite bellezze.

Tappe obbligatorie sono state l’Acropoli, l’Agorà, il Museo archeologico nazionale, il Museo bizantino e cristiano. Inoltre, da bravi turisti, non ci siamo fatti sfuggire neppure i più interessanti punti panoramici, ossia Licabetto, Ninfe, Muse, Pnice, Filoppapo, Aeropago.

Ovviamente, non abbiamo rinunciato alla movida ateniese della Plaka. Qui, abbiamo trascorso ore veramente piacevoli dedicandoci al classico shopping, a gustare gli ottimi piatti della cucina greca e nel visitare le stupende chiese bizantine, San Nicodemo e San Nicola Rangabas.

Va da sé che prima di raggiungere Tebe, seconda nostra tappa in terra greca, ci siamo lasciati trasportare dalle magiche atmosfere del Monastiraki, anima della città e rinomato mercatino delle pulci.

 

Tebe, il fulcro dell’equilibrio delle città stato greche

Importante centro miceneo, Tebe mi ha sempre affascinato per il suo decisivo ruolo per i delicati equilibri politici tra le varie città stato greche. Grande rivale della città di Atene, durante la seconda delle guerre persiane, si schierò con quest’ultimi. Qui, abbiamo fatto tappa per un giorno, in modo da poter visitare il suo splendido Museo Archeologico.

 

Delfi e il suo mitico santuario

Terza tappa del nostro affascinante tour in Grecia è stata Delfi. Considerata come ombelico del mondo, è uno tra i più importanti siti archeologici dell’antica Grecia. Ovviamente, tra le tante meraviglie visitate, vi è il tempio di Apollo, il più venerato e importante oracolo. Qui abbiamo soggiornato per un giorno.

Olimpia, la nascita dei giochi

Più che una località, Olimpia appare ancora oggi come un luogo nobile e sacro, un inno alla potenza, e della bellezza. Qui ci siamo stati per due giorni, per avere modo di contemplare con tranquillità tutte le sue infinite ed indomite bellezze.

 

Sparta, l’antica rivale di Atene

Fin da quando andavo a scuola, la rivalità tra Sparta ed Atene era un qualcosa che mi affascinava. Due mondi e due modi di pensare seppure diversi ma, in fondo, molto simili. Del suo mito, restano interessanti testimonianze. Dopo aver soggiornato per un giorno, siamo tornati ad Atene per poi raggiungere Itaca.

L’isola di Itaca e il mito di Ulisse

Oramai le vacanze volgono al termine. Per concludere al meglio questo nostro viaggio in terra greca, si è deciso di passare gli ultimi giorni in questa stupenda isola, un piccolo gioiello incastonato tra rigogliosi ulivi e un meraviglioso mare.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *