Storie vere di veri viaggi

Il mio viaggio romantico a Praga

 

Sono stato sempre particolarmente attratto dai racconti di viaggio. Li ho sempre considerati preziosi per le loro informazioni, per le loro rappresentazioni di luoghi più o meno lontani.

Ma ad essere onesto, sono sempre stato molto attratto e infatuato dal coraggio di chi si è messo alla prova e ha sfidato il mondo per effettuare un viaggio epico. Certo, oggigiorno, chi affronta un viaggio, seppure impegnativo, non lo fa come avveniva al tempo dei grandi viaggiatori, navigatori ed esploratori. Tuttavia, ai miei occhi restano sempre coraggiosi, sognatori e ribelli.

Arrivato ad un certo punto della vita, ho deciso anche io di fare il mio viaggio epico.

Per fare questo, ho iniziato a pensare che ogni itinerario e ogni meta è pur sempre un percorso straordinario. Quindi, non essendo un viaggiatore con le capacità di un Marco Polo, ho pensato di tracciare quello che ho chiamato: il viaggio romantico.

Questa idea mi è nata perché ho compiuto cinquant’anni di matrimonio. Quindi per festeggiare le nozze d’oro, ho pensato di regalarci questo viaggio verso Praga.

La partenza verso Praga

Dopo un perfetto e puntuale atterraggio all’aeroporto della affascinante Praga, ci siamo diretti in taxi al nostro hotel. Quindi, lasciati i bagagli e cambiatici gli abiti, ci siamo immediatamente dedicati a visitare le infinite bellezze di questa meravigliosa città.

Ovviamente, come anche suggerisce il galateo del buon turista, la prima nostra tappa è stato il Castello Hradcany. La scelta non è stata affatto casuale. Infatti, da questo prestigioso edificio risalente al medioevo, si può godere di uno dei più interessanti e struggenti panorami sulla città. Inoltre, vi sono conservati inestimabili tesori d’arte.

Da visitare assolutamente, poi, la Chiesa intitolata a San Giorgio un magnifico esempio di stile romanico.

Quindi, io e mio moglie abbiamo fatto una stupenda passeggiata lungo la leggendaria viuzza nota come il Vicolo d’Oro, caratterizzata da suggestive casette colorate degli alchimisti e degli arcieri e Via Nerudova, ove è possibile ammirare stupendi palazzi d’epoca con delle incredibile insegna di pietra oppure in ferro.

Dopo aver pranzato in hotel e fatto un rapido riposino, ci siamo dedicati al fare shopping e per far questo abbiamo scelto di recarci in piazza di San Venceslao. La cosa che mi ha colpito e che resterà per sempre scolpita nella mia memoria è il vedere oggi questa storica piazza essere una delle attrazioni turistiche maggiori.

Ricordo come fosse ieri, quando, il 16 gennaio del 1969, fu proprio qui che il ventenne studente universitario Jan Palach si diede fuoco per protestare contro l’invasione da parte dei carri armati russi.

Il giorno successivo, invece, lo abbiamo completamente dedicato a quello che rappresenta lo storico cuore della città vecchia di Praga. Qui, abbiamo ammirato, la Torre ove si trova il medievale celebre Orologio Astronomico, per poi visitare prima la Chiesa barocca intitolata a San Nicola e, successivamente, la Chiesa dedicata a Santa Maria di Tyn.

Alla fine, siamo arrivati allo storico Ponte Carlo in pietra che elegantemente supera la Moldava.

Ovviamente, in questo nostro viaggio romantico, non abbiamo rinunciato a fare una crociera suggestiva sul fiume Moldava e ad assistere al favoloso spettacolo delle fontane luminose.

In conclusione è stato un viaggio affascinante e ricco di emozioni, che mi ha, inoltre, concesso di poter vivere una emozione unica e meravigliosamente romantica con mia moglie, la donna della mia vita.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *